Il biglietto intero ha il costo di 5,00 €, il ridotto 3,50 €.

ABBONAMENTO A TUTTI I 13 FILM CON POSTO RISERVATO A 49 €!!!

martedì 2 Febbraio ore 21

 

LEBANON

 

 

di Shmulik Maoz (Israele, Germania, Francia, Libano – 2009) – V.M. 14

Allo scoppio della guerra contro il Libano, nel giugno del 1982, quattro giovani soldati israeliani vengono assegnati a un gruppo di militari professionisti. La loro prima missione - che i superiori considerano “facile e sbrigativa” - consiste nell’entrare in un piccolo villaggio libanese ed eliminare ogni sospetto terrorista. Non tutto, però, è come appare: la semplice missione si trasforma in un incubo e Shmulik, Assi, Herzl e Yigal si ritrovano isolati dal resto dell’esercito israeliano, in una situazione nella quale per sopravvivere non si può far altro che uccidere... Vincitore del Leone d’Oro a Venezia 2009.

 

martedì 9 Febbraio ore 21

 

MOTEL WOODSTOCK

 

 

di Ang Lee (U.S.A. – 2009)

Disperato per il fatto di non sapere come aiutare i genitori, indebitati sino al collo e vicini a perdere il motel che gestiscono, Elliot Theichberg, approfitta della mancata concessione degli spazi per un concerto musicale nella cittadina di Wallkill chiamando l’organizzazione ed offrendo il motel come base d’appoggio ed il terreno di un loro vicino per svolgere la manifestazione e ricavare il denaro per saldare i debiti. Non può certo sapere che sta contribuendo alla realizzazione del più grande concerto rock che sia mai stato realizzato… In concorso al Festival di Cannes 2009.

 

martedì 16 Febbraio ore 21

 

IL CANTO DI PALOMA

 

 

di Claudia Llosa (Perù, Spagna – 2009)

La madre di Fausta, una ventenne peruviana, sta morendo e le ricorda cantando che lei è stata allattata con “il latte del dolore” perché nata negli anni Ottanta, anni in cui terrorismo e stupri erano all’ordine del giorno. Il terrore nei confronti degli uomini Fausta lo ha veramente succhiato con il latte e sembra incapace di liberarsene per volgersi verso una “normalità” accettata e consapevole. Intorno a lei sopravvive un mondo di miseria che contrasta in modo stridente con la vita che si conduce nei quartieri alti. Il canto di Paloma parla del desiderio di guarire. Un viaggio dalla paura alla libertà. Orso d’Oro a Berlino 2009.

 

martedì 23 Febbraio ore 21

 

IL MONDO DI HORTEN

 

di Bent Hamer (Norvegia, Germania, Francia – 2007)

Odd Horten ha guidato lo stesso treno sullo stesso tragitto per così tanto tempo che anche il resto della sua vita è diventata una routine di monotoni rituali. Ma a 67 anni, dopo quarant’anni di onorato servizio, è giunto il momento per l’ingegnere di andare in pensione. La sua ordinata, solitaria esistenza sta per cedere il passo ad un futuro di imprevisti. Cosa gli accadrà il giorno in cui festeggerà il pensionamento? Presentato al Festival di Cannes 2008 nella sezione “Un Certain Regard”.

 

martedì 2 Marzo ore 21

 

AMORE & ALTRI CRIMINI

 

di Stefan Arsenijevic (Serbia, Germania, Austria, Slovenia – 2008)

Belgrado. La trentenne Anica, sentimentalmente legata a Milutin, un malvivente a capo di una piccola banda locale, sente che è arrivato per lei il momento di mettere in atto il piano da tempo studiato per cambiare finalmente vita: rubare la “cassa” del suo compagno e fuggire in Russia. Tuttavia, proprio quando è pronta per spiccare il volo, Anica riceve una dichiarazione d’amore inaspettata...

 

martedì 9 Marzo ore 21

 

IL CANTO DELLE SPOSE

 

 

di Karin Albou (Francia, Tunisia – 2008)

Tunisi, 1942. Nour e Myriam hanno sedici anni e nonostante siano una musulmana e l’altra ebrea, sono legate da una forte amicizia. Ognuna di loro desidera segretamente condurre la vita dell’altra: mentre a Nour dispiace non andare a scuola, Myriam sogna l’amore ed è invidiosa del fidanzamento di Nour con suo cugino Khaled. Mentre il matrimonio di Nour viene rinviato mese dopo mese perché Khaled non riesce a trovare un lavoro, nel novembre del 1942 Tunisi viene invasa dall’esercito tedesco e questo cambierà per sempre la vita di Myriam. La madre, sommersa dai debiti, deve dare la figlia in sposa ad un ricco medico e la ragazza vede svanire in un colpo solo tutti i suoi sogni d'amore...

 

martedì 16 Marzo ore 21

 

RACCONTI DELL’ETÀ DELL’ORO

 

di Hanno Höfer, Razvan Marculescu, Cristian Mungiu, Constantin Popescu, Ioana Uricaru (Romania, Francia – 2009)

Gli ultimi 15 anni del regime di Ceausescu furono i peggiori della storia della Romania. Tuttavia, la macchina della propaganda dell’epoca si riferisce immancabilmente a quel periodo come a “l’epoca d’oro”... “Racconti dell’età dell’oro” riadatta per il grande schermo le più note leggende metropolitane del periodo. Leggende comiche, bizzarre e sorprendenti abbondavano, ispirate agli eventi surreali della vita di tutti i giorni sotto il regime comunista.

 

martedì 23 Marzo ore 21

 

WELCOME

 

 

di Philippe Lioret (Francia – 2008)

Il giovane curdo Bilal attraversa l’Europa da clandestino nella speranza di raggiungere la sua ragazza da poco emigrata in Gran Bretagna. Arrivato nel nord della Francia, diventa amico di Simon, un istruttore di nuoto, con cui inizia ad allenarsi per un obiettivo apparentemente irrealizzabile: attraversare la Manica a nuoto per ritrovare il proprio amore. Premio del Pubblico al Festival di Berlino 2009.

 

martedì 30 Marzo ore 21

 

SOUL KITCHEN

 

 

di Fatih Akin (Germania – 2009)

Zinos, giovane proprietario del ristorante “Soul Kitchen”, sta attraversando un periodo sfortunato. Nadine, la sua ragazza, si è trasferita a Shanghai, i suoi clienti abituali boicottano il nuovo chef e ha problemi alla schiena! La situazione sembra migliorare quando un giro giusto di persone abbraccia la sua nuova filosofia culinaria, ma non basta a guarire il cuore spezzato di Zinos, che decide di volare in Cina per raggiungere Nadine, consegnando il ristorante all’inaffidabile fratello Illias. Entrambe le decisioni si riveleranno catastrofiche. Premio speciale della Giuria Venezia 2009.

 

martedì 6 Aprile ore 21

 

TULPAN – La ragazza che non c’era

 

di Sergei Dvortsevoy (Kazakhstan, Germania, Polonia, Russia, Svizzera – 2008)

Dopo aver assolto il servizio militare in marina, il giovane Asa torna nella steppa Kazaka dove sua sorella e suo marito, che fa il pastore, vivono una vita da nomadi. Per iniziare la sua nuova vita da pastore, Asa si deve prima sposare. La sua unica speranza di matrimonio nel deserto della steppa è Tulpan, figlia di un’altra famiglia di pastori. Il povero Asa scopre però con disappunto di non piacere a Tulpan ma lui non si arrende e continua a sognare una vita che potrebbe non essere possibile nella steppa. Vincitore del premio “Un Certain Regard” al festival del cinema di Cannes 2008.

 

martedì 13 Aprile ore 21

 

L’UOMO CHE VERRÀ

 

di Giorgio Diritti (Italia – 2009)

Inverno, 1943. Martina, unica figlia di una povera famiglia di contadini, ha 8 anni e vive alle pendici di Monte Sole. Anni prima ha perso un fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare. La mamma rimane nuovamente incinta e Martina vive nell’attesa del bambino che nascerà, mentre la guerra man mano si avvicina e la vita diventa sempre più difficile. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre 1944 il bambino viene finalmente alla luce. Quasi contemporaneamente le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto. Gran Premio della Giuria e Premio del Pubblico “Miglior Film” al Festival di Roma 2009.

 

martedì 20 Aprile ore 21

 

NORD

 

 

di Rune Denstad Langlo (Norvegia – 2009)

L’ex campione di sci Jomar Henriksen, reduce da un esaurimento nervoso, trova lavoro come addetto alle sciovie. La noia di quel lavoro lo spinge a bere, fumare e ciondolare tutto il giorno tra il letto e la poltrona, ma una notizia inaspettata lo spinge a uscire dall’apatia per affrontare un viaggio verso nord. Centinaia di chilometri tra distese di neve e ghiaccio, in solitudine, fatta eccezione per alcuni incontri bizzarri che pian piano riappacificheranno Jomar con se stesso e con la vita. Vincitore del premio “Label Europa Cinemas” e del premio FIPRESCI al Festival di Berlino.

 

martedì 27 Aprile ore 21

 

IL CONCERTO

 

di Radu Mihaileanu (Francia, Italia, Romania, Belgio, – 2009)

Un osannato direttore dell’orchestra Bolshoi di Mosca viene allontanato in epoca comunista per essersi rifiutato di licenziare i musicisti ebrei. Venticinque anni dopo l’uomo lavora ancora in teatro come custode e aiuta la moglie a movimentare finte manifestazioni d’orgoglio ex-comunista. Un giorno intercetta un invito per il Théâtre du Châtelet di Parigi e decide di riscattarsi dalle umiliazioni con l’inganno, accettando l’ingaggio al posto dell’orchestra ufficiale. Riunisce così i vecchi compagni di concerto e qualche improbabile new entry. Commedia grottesca e liberatoria, tra vecchia Urss e Tchaikowski liberatorio, dall’autore di Train de Vie.

 

Rassegna organizzata all'interno del progetto "Nuovo Cinema Paradiso, 100 sale da salvare" promosso da:

AGIS

Con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Rangone

La rassegna del 2009

La rassegna del 2008

La rassegna del 2007

La rassegna del 2006